Smarano Early Keyboards Academy 2021

A chiusura del ciclo triennale sulla Fantasia”, l”Academy 2021 sarà incentrata su Johann Sebastian Bach, il musicista che più di ogni altro ha saputo condensare nella sua esperienza non solo le diverse tecniche compositive e i più diversi gusti, ma anche dare un senso profondissimo alla costruzione basata sull’intreccio polifonico delle idee musicali. Bach rappresenta infatti il Parnaso della Fantasia.

Il programma, come di consuetudine, include corsi di repertorio (organo, clavicordo, clavicembalo), corsi di improvvisazione e di analisi delle tecniche compositive e corsi di tecnica della tastiera. Inoltre molto spazio è lasciato alla pratica: i partecipanti hanno a disposizione almeno tre ore al giorno per esercitarsi sugli strumenti dell’accademia.



 

Corsi e Docenti

Clavicordo

Joel SPEERSTRA and Ulrika DAVIDSSON: Clavichord and baroque keyboard technique; Bach: The Art of Fugue

Organo

Bill PORTER: Bach and Counterpoint

Arvid GAST: Bach and the North German tradition

Lorenzo GHIELMI: Bach and Italy

Clavicembalo

Peter DIRKSEN: Bach and Italy

Enrico BAIANO: Bach Well-tempered Keyboard

Improvvisazione

Edoardo BELLOTTI: Italian improvisation schemes and forms exported to Germany

Pamela RUITER FEENSTRA: Bach and Improvisation: from Choral Harmonization to Choral Preludes and Partitas

Lezioni teoriche

Armando CARIDEO: The Made-in-Italy exported: Italian sources in Germany



 

Smarano Abroad 2021 – Germania

L’Accademia Estiva di Smarano ha già, nelle passate edizioni, visitato luoghi particolarmente significativi per la storia della letteratura organistica sia in Italia, sia in Europa, svolgendo in questo modo una triplice azione:

  • Miglioramento dell’offerta formativa per gli studenti;
  • Consolidamento di rapporti di collaborazione con sedi prestigiose (accademie, istituti di formazioni e festival su organi storici);
  • Divulgazione delle proprie attività e presentazione delle eccellenze trentine.

Questi viaggi sono anche il frutto di una già esistente relazione fra la realtà ospite e l’associazione, nata dalla presenza nel corpo insegnante del referente estero. In questo modo, abbiamo la possibilità di costruire un rapporto di fiducia e collaborazione che va al di là della singola visita. Inoltre la meta del viaggio è scelta all’interno del tema pluriennale che l’accademia si dà come indirizzo generale: l’affrontare argomenti specifici riguardo al repertorio, all’improvvisazione e al contesto artistico-culturale fa sì che il viaggio diventi strettamente funzionale allo schema dell’accademia.

La musica di Johann Sebastian Bach è intimamente legata ai diversi tipi di strumento da lui conosciuti. Una visita agli strumenti della Germania del centro (Naumburg, Leipzig, Erfurt, Waltershausen, Mechterstaedt, Arnstadt, Lahm), permetterebbe agli studenti di entrare a diretto contatto con quelle sonorità.

I dettagli della visita saranno elaborati nei prossimi mesi.1